È ansible che un processre x86 abbia un processre ARM in termini di performance per watt?

Dalla mia esperienza personale con il mio tablet, dai benchmark e dagli articoli che ho letto, sembra che i processri ARM, come si vedano in quasi tutti i dispositivi mobili, forniscono performance incredibili per la quantità di potenza che consumano. Sembra veramente che ARM è inerentemente più potente rispetto a x86.

A me sembra che questo sia perché x86 è un'architettura CISC mentre ARM è un'architettura RISC . Tuttavia, i processri Intel Atom offrono ottime performance rispetto al loro consumo energetico. Inoltre, dopo aver studiato l'architettura informatica, è consapevole che nei moderni processri l'architettura complessiva di istruzioni x86 (ISA) è tradotta internamente in micro-operazioni più semplici che utilizzano un insieme di istruzioni interne più vicino alle più semplici ISA ARM o MIPS rispetto a x86 corretta. In quanto tale, l'ISA come presentato al programmatore è poco più di un'interface per emettere comandi al processre, piuttosto che una rappresentazione delle effettive operazioni a basso livello che il chip esegue. Poi, implementando questo livello di traduzioni richiede spazio aggiuntivo di silicio sul chip …

Detto questo, supponendo che siano implementati usando lo stesso process a semiconduttore, è ARM intrinsecamente più efficiente di x86? Con una microarchitettura correttamente progettata, è ansible che un processre x86 offra le stesse performance per watt come un processre ARM?

Ricorda, sto cercando una risposta tecnica ben scritta nello spirito di Stack Exchange e non di mera speculazione.

    I processri di bracci sono diventati sempre più complessi – perciò il suo confronto di mela a confronto arancione ha avuto solo un variante a 64 bit per circa 2 anni e anche all'interno della stessa generazione di potenza varia . È probabilmente più giusto considerare i processri ARM contemporanei e le loro controparti di atomo come anandtech hanno fatto qui .

    La maggior parte dell'utilizzo di potenza non è né il processre – l'articolo anandtech collegato tende a suggerire che forse 1/4 dell'utilizzo complessivo di potenza è il processre e che un atomo clovertrail utilizza leggermente più della metà del processre ARM in una superficie. Esso mostra anche un interessante punto di vista alternativo – per ottimizzare i sisthemes per componente per l'utilizzo di potenza (come da parte – è del tutto ansible che tu possa get un notevole risparmio energetico anche su una piattaforma desktop standard). Qualcosa semplice come evitando le conversioni di potenza inefficace può fare un bel po '. Nella maggior parte dei telefoni, ad esempio, il tuo schermo probabilmente prende quasi la metà del tuo consumo totale.

    Come si può vedere dai numbers di questo articolo – i processri Atom progettati per i dispositivi mobili già abbinano i processri ARM sul fronte dell'efficienza energetica – quindi probabilmente merita di chiedersi perché non siano più comuni.

    Il arm non fa il proprio silicio – lo progettano e lo provano e vendono l'IP per produrre processri. Per aziende che necessitano di progettare o trasformare i loro processri, significa risparmi significativi in ​​R & S senza bisogno di sviluppare tutto da zero (ingannevole) o di acquistare processri da un'altra società (con x86, abbiamo Via, AMD e Intel, ma solo l'intel sembra veramente interessato allo spazio mobile, e non ho idea di quale sia la via.

    L'idea che i processri di arm sono più efficienti è un po 'un mito – hanno fatto un diverso insieme di compromessi (efficienza energetica rispetto alla velocità iniziale) e stanno muovendo in una direzione diversa e in un diverso insieme di compromessi nel tentativo di andare oltre il mercato del server. Intel, invece, segue in modo efficace i disegni atomici moderni in parti del server, parti del desktop (come i nuovi templates pentium) e telefoni, per andare dopo la fine bassa. Né il disegno è intrinsecamente migliore in tutto rispetto all'altro.