Forza una ricostruzione dell'indice del programma di menu di avvio / database in Windows 10

Con Windows 10 Microsoft ha migrato a una soluzione di database per l'indexing dei programmi nella ricerca e nel menu di avvio, piuttosto che utilizzando una directory / startmenu /. AFAIK l'implementazione esatta è ancora abbastanza chiara, ma c'è qualcosa in queste linee.

L'aggiornamento da 8,1 a 10 causa la migrazione di tutto da / startmenu / al nuovo sistema, che ignora questioni come un capitolo (apparentemente arbitrario) di 500 applicazioni, funziona bene.

Tuttavia questo è fallito per me, e da googling sembra essere un problema di aggiornamento con una vecchia build dev, che poi ha portto a RTM.

Così qualcuno conosce un modo per forzare una ricostruzione / re-indice della libreria del programma? La ricostruzione dell'indice del sistema attraverso il pannello di controllo (anche in <= 8.1) non ha alcun effetto.

Purtroppo, Windows non aggiorna automaticamente il menu di avvio poiché la codifica whereva essere rielaborata per consentire la visualizzazione di applicazioni (il che è anche perché la gerarchia delle cartelle non è più riconosciuta).

Appare Windows 10 non aggiunge le due cartelle del menu di avvio all'indice per impostazione predefinita e sarà necessario aggiungerle per le modifiche (in particolare quelle eseguite manualmente) da visualizzare. %ProgramData%\Microsoft\Windows\Start Menu & %AppData%\Microsoft\Windows\Start Menu

Una volta aggiunto all'Indice, dovrai eseguire una ricostruzione dell'indice che richiede diverse ore a diversi giorni a seconda dell'uso, in quanto la ricostruzione si verifica quando il PC è inattivo. La ri-indexing è molto intensa e, se lo si può forzare per reindex mentre si sta utilizzando il PC, senza una notevole quantità di RAM installata e un processre sostanzialmente veloce, notenetworking gravi ritardi.

Ho avuto alcuni problemi anche con l'indice del menu di avvio.

Sto provando questi passaggi per forzare l'indice per ribuild:

Fare clic con il button destro del menu di avvio -> Pannello di controllo -> Opzioni di indexing -> Avanzate -> Ricostruisci

È ansible che le autorizzazioni di Windows Search Directories siano state colpite durante l'aggiornamento a Windows 10. Potrei avere una soluzione da provare. Segui questi passi:

  1. Passare a Pannello di controllo> Tutti gli elementi del pannello di controllo> Risoluzione dei problemi
  2. Nella casella di ricerca (in alto a destra della window Risoluzione dei problemi) digitare l' indexing
  3. Seleziona Ricerca e indexing
  4. Fare clic su Avanti
  5. Seleziona Il mio problema non è elencato sopra e fai clic su Avanti
  6. Immettere una descrizione del problema (o lasciarlo vuoto e tutte le possibilità verranno testate) e fare clic su successiva
  7. Se viene visualizzata l'opzione, select Prova risoluzione dei problemi come amministratore
  8. La scansione inizia a risolvere il problema

Una volta che il problema viene corretto, tornare a Opzioni di indexing in Pannello di controllo per ricostruirlo (Pannello di controllo> Opzioni di indexing> Avanzate> Ricostruisci)

Per tutti coloro che hanno questo "problema", un semplice riavvio potrebbe anche fare il trucco.

  • Ha provato l'indice di ricostruzione
  • Ripetuta riparazione

Niente,

Ha fatto un riavvio, …. Magic