Spin giù l'HDD secondario su Windows 7 HP Notebook

Ho un quad notebook HPdv6t con Windows 7 e Ubuntu 11.04 dual booted, entrambi OS installati su un Crucial 128 GB SSD partizionato. Ho sostituito l'unità ottica con l'HDD fornito con il computer che utilizzo per la maggior parte del mio archivio.

Stessa domanda come distriggersre o dormire secondario disco rigido in Macbook, ma per Windows 7 – voglio mantenere l'unità disco rigido distriggersta quando non ne ho bisogno. Occasionalmente si spin giù da solo, ma solo dopo circa 10 minuti di non accedervi, e poi si torna in su in se stessa poco dopo per nessun motivo apparente.

Da parte mia, la ragione per cui voglio fare questo è prolungare la vita dell'HDD e risparmiare energia da batteria. Sarà anche una grande differenza per entrambi i conti? Quanto è significativo il consumo di energia di un HDD di filatura rispetto a, ad esempio, il consumo di energia dello schermo o dei grafici integrati dei ponti sabbiosi?

Occasionalmente si spin giù da solo, ma solo dopo circa 10 minuti di non accedervi, e poi si torna in su in se stessa poco dopo per nessun motivo apparente.

È ansible utilizzare Process Monitor per vedere quali events di I / O stanno accadendo o DiskMon per puro I / O.

Con Process Monitor è ansible quindi filtrare in modo che il path inizia con la lettera di stazione secondaria HDD.

Sarà anche una grande differenza per entrambi i conti?

Il motivo principale per cui i dischi rigidi si spin-down è quello di risparmiare energia. Non credo che aiuta a prolungare la vita in quanto potrebbe anche causare più stress sull'HDD a causa della rotazione in giù e in su che non solo farlo funzionare inattivo. D'altra parte, ti risparmia alcuni watt e quindi potenza della batteria. Ma perché valuta quando puoi misurare?

Il caldo scambio del disco secondario potrebbe essere una soluzione.

L'utilità gratuita HotSwap! fa che:

Esegue la stessa cosa in quanto è ansible rimuovere il dispositivo da Gestione periferiche ma fornisce un'interface utente molto amichevole quando rimuovi il dispositivo rimovibile dall'icona "Rimozione sicura dell'hardware" nell'area di notifica.

Inoltre assicura che tutti i dati siano scritti e venuti a scorrere sul disco prima che il dispositivo venga scambiato a caldo, in modo da poter utilizzare l'unità SATA / eSATA come dispositivo rimovibile molto simile all'unità USB / IEEE1394.

Questa utility potrebbe essere quella che stai cercando. Non so se funziona con gli azionamenti che hai, ma vale la pena che suppongo. Può spin giù l'azionamento dopo una certa quantità di tempo di inattività.

NEGAZIONE
Leggi la nota su harddrive che non si utilizza con hdparm!

Dovresti dare un'occhiata a hdparm per le windows a http://hdparm-win32.dyndns.org/hdparm/ . Il manuale si trova qui http://linux.die.net/man/8/hdparm .

Inizia chiamando così:

hdparm.exe -S 0 -B 254 / dev / hdX

where X potrebbe essere a o b, a seconda di quale unità si desidera spingere. Molto probabilmente sarà un hard disk primario e b sarà il tuo hard disk secondario

Una volta che è in esecuzione è ansible consultare http://tsukasa.jidder.de/blog/projects/hdparm-service per informazioni su come abilitarlo come servizio.

Ho avuto lo stesso problema.

Utilizzando un hacker / Explorer di process (a seconda di quello preferito) e il monitoraggio delle risorse di Windows

Ricercare la lettera di unità (ad es. E: \) del disco rigido in Process Explorer / Hacker, questo mostrerà i processi che lo utilizzano. Alcuni come la rivista sono innocenti e mantengono le maniglie aperte anche se non utilizzano il disco. Nel riquadro inferiore (tipo per tipo di handle e ricerca di file), quando si sta visualizzando le maniglie, verrà visualizzato l'accesso dell'unità periodicamente nel process offensivo, verrà evidenziato verde e rosso quando si apre e chiude il file.

Monitoraggio risorse (Accessori | Sistema) mostrerà l'attività disco che è ansible filtrare per eseguibile e ordinare per path.

Lo trovai come dell datasafe.

Una volta che hai trovato il colpevole, puoi fermarlo in esecuzione all'avvio utilizzando autoruns (sysinternals)

Per molti anni ho usato l'utilità RevoSleep per questo scopo: ha un menu popup semplice sulla barra delle applicazioni che consente di spostare manualmente (dormire) o spin-up (sveglia) qualsiasi disco rigido del computer.

Mentre questo strumento è stato fatto quasi 8 anni fa per Windows XP, funziona ancora oggi anche in Windows 10.